Un nuovo studio rileva che il succo di frutta si unisce all’elenco degli alimenti cancerogeni

Un nuovo studio rileva che il succo di frutta si unisce all’elenco degli alimenti cancerogeni

Un nuovo studio rileva che il succo di frutta si unisce all'elenco degli alimenti cancerogeniI ricercatori hanno teorizzato che zucchero e pesticidi sulla frutta potrebbero essere alcuni dei motivi per cui vi sono casi più elevati di cancro

Bere soda non minaccia solo di farci ingrassare, potrebbe essere collegato a un rischio più elevato di cancro, a giudicare da un nuovo studio. Ma ecco la parte più sorprendente: così potrebbero i succhi di frutta.

L’aumento del consumo giornaliero di circa 3,4 once di soda – circa un terzo di una lattina di – è stato associato ad un rischio maggiore del 18% di alcuni tumori in uno studio pubblicato sul British Medical Journal. La probabilità di soli tumori al seno è aumentata ancora di più, del 22%. Quando le persone hanno bevuto la stessa quantità di succo di frutta senza zucchero, avevano anche maggiori probabilità di sviluppare il cancro, hanno scoperto i ricercatori.

La ricerca, parte di uno sforzo avonrunning.it più ampio condotto in Francia per studiare i legami tra alimentazione e salute, è una delle prime a trovare una connessione tra bevande dolci e cancro. I risultati possono anche contaminare l’immagine dei succhi di frutta, che sono spesso percepiti – e promossi – come salutari.

“Tutte le bevande – con o senza zucchero – sono sicure da consumare come parte di una dieta equilibrata”, ha dichiarato l’American Beverage Institute in una nota.

"Tutte le bevande - con o senza zucchero - sono sicure da consumare come parte di una dieta equilibrata", ha dichiarato l'American Beverage Institute in una nota.Le aziende produttrici di bevande stanno lavorando per offrire più scelte con zucchero ridotto o assente, confezioni più piccole e chiare informazioni sulle calorie, ha affermato il gruppo industriale.

I ricercatori hanno rintracciato 97 bevande e 12 dolcificanti artificialmente, tra cui quelle gassate, bevande sportive, sciroppi e succhi di frutta puri. Le correlazioni che hanno trovato non significano necessariamente che le sole bevande conducano al cancro. Lo studio non ha cercato di comprendere il motivo del legame, sebbene i ricercatori abbiano ipotizzato che l’effetto dello zucchero sul grasso viscerale, i livelli di zucchero nel sangue e l’infiammazione possano avere un ruolo. Anche gli additivi trovati nelle bibite e nei pesticidi nella frutta potrebbero avere un impatto, hanno scritto.

Lo studio non ha rilevato un aumento del rischio di cancro derivante da bevande senza zucchero, anche se così poche persone studiate le hanno consumate che i risultati potrebbero non essere significativi, hanno detto i ricercatori. Anche l’acqua, il tè e il caffè non zuccherati non hanno mostrato alcun rischio elevato.

La ricerca fa parte del NutriNet-Sante francese, uno studio basato sul web che segue circa 100.000 volontari dal 2009.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *